http://ilgioiellodeltombolo.it/wp-content/uploads/2016/08/DSC_1527.jpg

Tra pizzo e merletto

by Admin Leave a Comment

Dal centrino all’applicazione per le lenzuola o asciugamani, a ornamento degli scolli femminili, come si usava nell’Ottocento, il merletto a tombolo è un’arte che sorprende per la sua vitalità ed eleganza.

L’arte del tombolo è germogliata a Scanno ed è un’arte trasmessa generazione dopo generazione. Il merletto a tombolo è un pizzo realizzato interamente a mano, delicato e raffinato che richiede indubbiamente abilita’ e passione.

La prima fase del lavoro a tombolo per le merlettaie di Scanno è la realizzazione del disegno e il modello che si segue maggiormente è quello legato all’arte antica popolare, principalmente geometrico.

Gli strumenti utilizzati per questo merletto sono: il tombolo, un cuscino di varie dimensioni, una serie di coppie di fuselli (bastoncini in legno), sui quali va avvolto il filo, generalmente di cotone ma anche di lino e di seta. I fuselli, opportunatamente mossi in due movimenti:”girare ed incrociare” danno vita a “mezze passate” o “passate intere” formando diversi motivi: “a grata”, “a tulle”, “a tela”, “a reticolato”, “a intreccio” o ad altre forme.

Le origini dei punti che caratterizzano il merletto di Scanno provengono dalle scuole di Genova, Venezia e Milano. Dalla scuola di Genova proviene il punto “palmetta” che serve a riempire gli spazi creatisi nella lavorazione. Dalla scuola di Venezia proviene il punto “le puntine” che ha la caratteristica di una lavorazione leggera e trasparente. Dalla scuola di Milano proviene il punto “tela” che serve a delineare e a comporre il disegno che puo’ essere floreale o geometrico e il punto “le retine” che colma gli spazi creatisi nella lavorazione del punto tela.

Arrivarono in Abruzzo, insieme alle tecniche di lavorazione anche i disegni realizzati per lo piu’ da artisti del Rinascimento e riportati in specifici libretti. Ma questi ultimi furono acquistati solo dalle donne benestanti mentre le altre che non avevano possibilita’economica cominciarono a creare da sole i disegni.

AdminTra pizzo e merletto

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.